Back To Top

Quanto costa una vacanza in barca a vela?

Quanto costa una vacanza in barca a vela? Leggi l'articolo per scoprirlo

Quanto costa una vacanza in barca a vela?

Che la vacanza in barca a vela sia un affare da ricchi è un mito che abbiamo già sfatato. Ok, ma quindi qual è il costo di una vacanza in barca a vela? In questo articolo ti diamo un’idea di quali sono i prezzi di una vacanza in barca, insieme ad alcuni consigli per capire quali costi bisogna mettere a budget per una settimana a bordo.

I fattori che determinano il costo di una vacanza in barca

Come per altre tipologie di vacanza, anche per quella in barca ci sono ormai sul mercato una marea di soluzioni diverse. Hanno caratteristiche e, di conseguenza, costi diversi. 

 

Si può optare per una vacanza all-inclusive, con cuoco e hostess a bordo di yacht di lusso e in questo caso ovviamente i costi aumentano. Oppure si può scegliere un’esperienza più semplice, in cui si collabora nella vita di bordo, magari su barche un po’ più datate.

 

In linea generale, per stimare il costo di una vacanza in barca dobbiamo prendere in considerazione i seguenti fattori:

  • il tipo di imbarcazione (barca a vela vs catamarano)
  • la sua lunghezza in metri o in piedi
  • l’anno di costruzione
  • il periodo della vacanza (agosto è sicuramente più caro di giugno)
  • la tipologia di imbarco (barca intera, imbarco alla cabina, imbarco singolo)
  • la zona di navigazione
  • il numero di notti in porto
  • cosa è incluso / escluso (ad esempio la cambusa, il servizio di cucina, etc.)

 

Senza la pretesa di coprire tutte le casistiche, proviamo a fare una stima basata sulla nostra esperienza, considerando un periodo di alta, ma non altissima stagione – luglio o settembre, per intenderci.

 

Nel prossimo paragrafo vediamo insieme quali sono i costi indicativi per il noleggio della barca intera per una settimana a luglio.

Vacanza in barca a vela: i costi da mettere a budget

Per fare un’ipotesi più concreta possibile, prendiamo il caso di una barca a vela come Mina Vagante 2, la nostra barca. Una barca di costruzione non recentissima (primi anni 2000), sui 12 metri, che imbarca 6 ospiti più il comandante e un eventuale aiuto nella navigazione e nella gestione della barca, senza però offrire il servizio di cucina ed hostess.

 

Come zona di navigazione prendiamo a riferimento le isole Pontine perché sono quelle che conosciamo meglio a livello di costi. Faremo però anche delle considerazioni di carattere più generale.

 

A questo punto non ci resta che vedere quali sono i costi da mettere a budget per una settimana a bordo.

Noleggio barca con skipper professionista

A meno che una persona del gruppo abbia la patente nautica e assuma il comando dell’imbarcazione, dovrai innanzitutto noleggiare una barca a vela con uno skipper professionista al comando. Con skipper professionista intendiamo un comandante che abbia tutti i titoli e le abilitazioni per condurre imbarcazioni a livello commerciale.

Noleggio barca con skipper professionista
Andrea, il comandante di Mina Vagante 2

Affittare la barca a vela con uno skipper è chiaramente la voce di costo più rilevante.

 

Per il noleggio di una barca a vela di 12-13 metri a luglio dovrai mettere a budget dai € 3.500 ai € 4.000 a settimana. Se vuoi risparmiare un po’, considera che molte società di charter – noi compresi – offrono sconti di tipo early booking per le prenotazioni confermate diversi mesi prima della partenza (in genere entro fine febbraio o fine marzo) e alcune offrono anche sconti last minute sulle settimane invendute a ridosso della partenza. 

Cambusa

La cambusa altro non è che la spesa che si fa prima di salpare, ovvero il cibo e le bevande che verranno consumate a bordo. Potrà essere integrata nel corso della vacanza, magari con del pesce fresco o altre specialità locali.

 

Il costo finale dipenderà quindi da ciò che deciderai di mangiare e, soprattutto, di bere: la quantità, e certamente anche la qualità, dell’alcol è ciò che più incide su questa voce.

 

Per farti un’idea ti basterà pensare a quanto spendi di solito per fare la spesa a casa, considerando che sarai in vacanza e quindi, giustamente, più incline a toglierti qualche sfizio in più del solito. Considera inoltre che alcuni posti particolarmente turistici potrebbero essere mediamente più cari del supermercato sotto casa, soprattutto durante i periodi di alta stagione.

 

In ogni caso, se farete una cambusa ragionata, senza comprare cibo per un esercito e in un posto non particolarmente turistico, per 6 persone più il comandante, che non partecipa alle spese comuni, potete mettere a budget tra € 450 e € 550 per una settimana.

 

Per avere un’idea di come organizzare la cambusa per una settimana in barca, leggi il nostro articolo su come fare la spesa per una vacanza in barca a vela.

Carburante

È vero, una barca a vela naviga prevalentemente spinta dalla forza del vento, che è gratuito.

 

Ma dobbiamo anche essere realisti: può capitare che non ci siano le condizioni per navigare sempre a vela ad una velocità ideale e a quel punto bisognerà fare una scelta: procedere lentamente impiegando anche 10 ore per fare una tratta che di norma ne richiederebbe 3, oppure accendere il motore ausiliario.

 

Molto dipenderà da quanto è lunga la tratta da percorrere e dai programmi che si hanno. Se di programmi non ce ne sono e non c’è motivo di arrivare a destinazione entro un certo orario, nulla vieta di procedere lentamente a vela, spinti dalla sola forza del vento.  

Il carburante è uno dei costi da mettere a budget per una vacanza in barca a vela
Se ci sono le condizioni giuste, il vento sarà il vostro carburante

Altrimenti bisognerà mettere a budget anche i costi del carburante. Ma niente paura: i consumi del motore di una barca a vela sono comunque molto ridotti e con € 100/150 riuscirete verosimilmente a coprire tutta la settimana.

 

Il costo della vacanza in barca, quindi, risentirà davvero poco della spesa per il carburante.

Ormeggio in porto

Il modo più economico – e anche il nostro preferito – per trascorrere la notte in barca è dormire in rada, all’ancora. Non solo è gratuito, ma ti permette di godere di una serata in pozzetto sotto al cielo stellato, e di svegliarti al mattino e tuffarti in acqua, volendo ancora prima di prendere il caffè.

 

Anche se preferiamo dormire all’ancora, consigliamo comunque di trascorrere una notte in banchina durante la settimana. Sia per fare un’ulteriore esperienza durante la vacanza e vivere le isole da un’altra prospettiva, sia per rifornire di acqua dolce i serbatoi.

 

I prezzi dei porti possono variare molto a seconda della stagione e del luogo. A titolo di esempio, una notte a luglio al porto Romano di Ventotene viene intorno ai € 12-15/metro, quindi per una barca di 12 metri siamo intorno ai € 150/180.

 

Secondo noi però vale assolutamente la pena ormeggiare qui, perché questo porto di epoca romana è davvero particolare ed estremamente suggestivo. Se vuoi scoprire di più, leggi il nostro articolo sulle 10 esperienze imperdibili da fare a Ventotene.

Il Porto Romano di Ventotene, un costo da mettere a budget durante la settimana
Ormeggio al Porto Romano di Ventotene

Ovviamente il costo per l’ormeggio in porto, come anche le altre spese comuni di cambusa e carburante, è un costo complessivo e non a persona, che va diviso tra tutti gli ospiti, escludendo sempre lo skipper.

 

Ricordati infine di considerare anche il porto di imbarco e sbarco: in genere il suo costo è già compreso in quello del noleggio – noi ad esempio lo includiamo – ma controlla bene per evitare sorprese.

Eventuali pasti a terra

Avendo la cambusa a bordo si può tranquillamente evitare di cenare a terra, al ristorante.

 

Tuttavia si è pur sempre in vacanza e l’esperienza ci insegna che durante la settimana in media si faranno un paio di cene al ristorante per assaggiare le specialità locali e vivere l’atmosfera delle isole anche a terra.

 

Anche per cenare a terra ci sono diverse alternative, dallo street food sicuramente più economico (e in molti casi anche molto sfizioso), a ristoranti di pesce più ricercati (e chiaramente più costosi). Ognuno sarà libero di scegliere in base alle proprie preferenze.

 

Per costruire il nostro budget, in via indicativa consideriamo circa € 50 a cena a persona, per un totale di € 100/persona, in cui magari ci scappa anche un aperitivo in qualche locale tipico.

Trasferimento da/per il porto di imbarco

È molto difficile capire quanto il costo per raggiungere il porto di imbarco inciderà su quello della vacanza in barca: dipende, ovviamente, non solo da dove si deve arrivare, ma anche da dove si parte.

 

Non vogliamo sparare cifre a caso, ma vogliamo comunque darti qualche consiglio per orientarti sui costi del trasferimento.

 

Valuta innanzitutto se il porto di imbarco si trova sulla costa oppure direttamente su un’isola.

 

In questo secondo caso, a meno che non abiti su quella stessa isola, dovrai mettere a budget i costi del traghetto o dell’aereo per raggiungerla. Ti consigliamo di organizzarti per tempo, in modo da approfittare delle tariffe early booking anche per i costi di trasferimento.

 

Se invece il porto si trova sulla costa, come nel caso di Nettuno, sarà sicuramente più facile organizzare il trasferimento. A Nettuno, ad esempio, puoi arrivare in macchina o, molto comodamente, anche in treno. Da Roma Termini ci sono partenze ogni ora e il biglietto del regionale costa € 3,60.

 

Se raggiungi il porto di imbarco in macchina, informati sui costi del parcheggio. Non sempre nei porti c’è la possibilità di parcheggiare gratuitamente.  

Ricapitolando: il noleggio della barca con skipper, la cambusa, il carburante, eventuali ormeggi in porto e cene a terra, insieme al trasferimento da/per il porto di imbarco sono le voci di costo da considerare per una vacanza in barca.

 

Ti abbiamo dato un’idea, ma è ora di tirare le somme.

Alla fine dei conti, quanto costa una vacanza in barca a vela?

Facciamo un conto semplicissimo sommando i costi minimi e massimi che abbiamo individuato per le singole voci. Avremo un budget complessivo tra i € 4.800 e i € 5.400.

 

Dividiamo per 6 persone, ovvero la capienza ideale di una barca intorno ai 12 metri, e avremo una spesa tra € 800 e 900 a persona.

 

Si tratta di cifre indicative, perché ognuno in vacanza ha le proprie abitudini ed esigenze, ma ti assicuriamo che nella maggior parte dei casi con meno di € 1.000/persona potrai fare una vacanza diversa dal solito, a contatto con il mare e la natura e lontano da spiagge affollate.

 

Per rientrare in questo budget ti basterà scegliere un periodo che non sia in altissima stagione, una barca un po’ più datata – assicurati però che sia ben manutenuta – e una vacanza in cui a bordo si collabora, soprattutto per quanto riguarda la cucina. Oltre a farti risparmiare un pochino, questa modalità ti permetterà anche di vivere un’esperienza ancora più autentica a bordo.

 

Se con un gruppo di amici riesci ad affittare tutta la barca, sicuramente ottimizzerete meglio i costi. Ma se viaggi da solo, con un amico/a o in coppia e non puoi affittare la barca intera, puoi optare per un imbarco singolo o alla cabina e condividere le spese comuni con gli altri membri dell’equipaggio.

 

Se vuoi ricevere, senza impegno, un preventivo personalizzato per il noleggio dell’intera barca, di una cabina matrimoniale o di un posto singolo in cuccetta scrivici e troveremo insieme la soluzione giusta per le tue esigenze!

Ciao, siamo Alice e Andrea e ti accoglieremo a bordo di Mina Vagante 2. Navighiamo da +15 anni e ti porteremo alla scoperta delle Isole Pontine, un angolo di Paradiso a largo della costa laziale.

Lascia un commento

TELL ME MORE

Make a splash with WaveRide, designed for everyone passionate about all things surfing.

156-677-124-442-2887
info@wordpress.com
184 Main Collins Street Victoria 8007
Follow Us: