Back To Top

FAQ

Prenotazioni e pagamenti

No, non è necessaria alcuna preparazione o conoscenza specifica, serve solo un po’ di capacità di  adattamento e spirito di condivisione. In barca gli spazi sono ridotti, quindi è importante svolgere le diverse attività nel rispetto delle altre persone a bordo. Per il resto… è un’esperienza indimenticabile!

Quest’anno, nel rispetto della normativa anti-Covidla cabina può essere condivisa solo da persone conviventiImbarcheremo al massimo 6 persone (coppie conviventi o una famiglia convivente) a cui metteremo a disposizione tre cabine doppie. Noi occuperemo la quarta cabina.

Per prenotare una vacanza contattaci e ti confermeremo la disponibilità della barca Ti invieremo quindi il contratto, insieme alle coordinate bancarie a cui dovrai effettuare un bonifico del 30% come anticipo. Il saldo avverrà entro 15 giorni dalla partenza

Quest’anno per i week end proponiamo una formula all-inclusive, che comprende le spese di cambusa e carburante, di solito escluse. A meno che non si voglia dormire in porto a Ponza – opzione che noi sconsigliamo perché ci sono tante baie meravigliose per dormire all’ancora – non ci sono altre spese non incluse per il week end. Nella proposta infrasettimanale e nelle settimane le spese extra per cambusa e carburante sono rispettivamente intorno ai 50-60 euro e intorno ai 150-200 euro a persona

Vita a bordo

In barca servono poche cose: qualche costume, magliette, pantaloncini e poco altro. E’ utile portare un giacchetto anti-vento e una felpa o qualcosa di pesante per la sera. Crema solare a protezione alta e occhiali da sole sono indispensabili, mentre lenzuola e federe ve le forniamo noi. Mettete tutto in una sola borsa morbida – tipo borsone della palestra – e non portate trolley perché occuperebbero spazio utile anche dopo averli svuotati 😉

In generale in barca si sta scalzi, ma può essere utile portare un paio di scarpe da ginnastica con suola morbida e chiara da utilizzare in caso di cattivo tempo in navigazione. Un paio di sandali o infradito saranno invece perfetti per scendere a fare una passeggiata a terra. Per motivi di igiene e per motivi di prevenzione da Covid-19 a bordo non possono essere usate calzature che sono state usate anche a terra, a meno che non vengano prima disinfettate.

In barca non possiamo usare la corrente a 220V, a meno di non essere ormeggiati in porto. Vento e sole asciugheranno i capelli meglio di qualsiasi phon 😉

Sì, per la doccia è possibile utilizzare i prodotti da bagno, meglio se biocompatibili e comunque in quantità moderata.

Sì, si possono utilizzare le prese USB che si trovano a bordo. E’ sufficiente quindi portare il proprio cavetto USB per la ricarica

In generale in barca si collabora in tutte le attività giornaliere, compresa la cucina. Tuttavia nei week end proponiamo la formula all-inclusive che prevede anche la preparazione dei pastiNelle settimane e nelle infrasettimanali invece è richiesta la collaborazione in cucina e chiunque potrà cimentarsi ai fornelli, mentre chi è meno pratico potrà aiutare apparecchiando o lavando i piatti 😉

Il mal di mare è una risposta soggettiva di ogni individuo: c’è chi è più predisposto e chi meno. Se si pensa di soffrirne è bene procurarsi farmaci come TravelgumXamamina, oppure i braccialetti antinausea. Un’alimentazione ad hoc con cibi secchi e solidi (tipo crackers, taralli, ecc), alici sott’olio e zenzero daranno sicuramente un aiuto. A bordo abbiamo Travelgum, Xamamina e i rimedi naturali di cui sopra. Ad ogni modo al mal di mare ci si abitua con il tempo, non temete 😉

A Ponza e a Palmarola ci sono numerose baie sicure dove poter dormire con le diverse condizioni meteo che potremmo incontrare. Il “Porto” di Ponza è un porto solo di nome: in realtà è una baia un po’ più chiusa delle altre in cui ci sono diversi moli galleggianti gestiti da società o cooperative locali. La baia del porto è tuttavia esposta al levante e al grecale (rispettivamente venti da est e da nord-est) che sono abbastanza frequenti in estate.

A Ventotene al contrario non ci sono baie che offrono un riparo sicuro e confortevole per passare una notte tranquilla in rada, ma si può pernottare nel Porto Romano. Questo porto, originale dell’epoca romana, è un piccolo porto scavato interamente nel tufo sul versante nord-est dell’isola e tutt’oggi offre un riparo eccezionale (in molti casi migliore del Porto Nuovo a Cala Rossano). E’ inoltre collocato nel cuore storico dell’isola e da qui a piedi si possono raggiungere negozi, ristoranti, spiagge, ecc.

 

Noi quindi consigliamo di passare la notte in rada a Ponza e Palmarola, e nel Porto Romano a Ventotene.

 

NOTE:

  • Se si vuole fare una passeggiata a Ponza, si può sbarcare in uno dei due punti di sbarco (Ponza Porto e Cala Feola) con il tender o con il taxi boat
  • Se l’equipaggio lo richiede e se le condizioni meteo lo consentono possiamo ormeggiare ad uno dei moli galleggianti del Porto di Ponza per la notte (è consigliato comunicarlo per tempo in modo da riuscire a prenotare un posto)
  • Il costo del porto (sia a Ponza che a Ventotene) è escluso dal prezzo ed è quindi a carico degli ospiti

Non è necessario né richiesto, ma se avete voglia di aiutare o di imparare siete i benvenuti. Il comandante condivide volentieri le proprie conoscenze con chi è interessato 😉

Logistica

Oltre che in auto, il porto di Nettuno è facilmente raggiungibile in treno con partenze da Roma Termini ogni ora. La stazione ferroviaria si trova a 500 metri dall’ingresso del porto. Se venite in auto potete parcheggiare gratuitamente vicino la stazione, oppure a pagamento (strisce blu) sul lungomare. Il parcheggio all’interno del porto (15euro/giorno, 45euro il weekend) è soggetto a disponibilità. Per informazioni contattare la Marina di Nettuno (+39 06 9881780)

TELL ME MORE

Make a splash with WaveRide, designed for everyone passionate about all things surfing.

156-677-124-442-2887
info@wordpress.com
184 Main Collins Street Victoria 8007
Follow Us: